Come migliorare la tua voce ed essere più attraente? z ';
14/04/2018

Come migliorare la tua voce ed essere più attraente?

316

Di Corinne Vigo

Eclectic Evolution

La nostra comunicazione si serve di tre canali per la trasmissione dei messaggi: il verbale, il paraverbale e il non verbale. Un buon comunicatore trasmette autenticità solo a condizione che questi tre canali siano coerenti e congruenti tra loro. In particolare, il linguaggio paraverbale consiste nelle qualità della nostra voce e poiché l’essere umano, a differenza delle altre specie animali, si serve principalmente della parola per comunicare, è opportuno che abbia cura di questo bellissimo strumento che è la voce e come ogni altro strumento richiede conoscenza, accuratezza ed allenamento.

A quanti di noi risulta sgradevole ascoltare la propria voce registrata? Ciò si verifica innanzitutto per la scarsa abitudine ad ascoltarci. Inoltre, mentre parliamo, noi ascoltiamo la nostra voce sia dall’interno che dall’esterno del corpo e questo ne cambia la qualità. Invece quando riascoltiamo una registrazione, la voce proviene solo da una fonte esterna e poi la nostra attenzione è focalizzata al 100% sull’ascolto e non più sulla trasmissione di concetti.

Cosa succederebbe se trascorressimo vent’anni senza guardare la nostra immagine e poi improvvisamente ci portassero davanti a uno specchio? Ci sembrerebbe di trovarci davanti ad un perfetto estraneo, esattamente come succede quando ascoltiamo la nostra voce registrata. Stupore e poca familiarità per il semplice fatto che entriamo in contatto con una parte di noi che non conosciamo. Eppure la nostra voce veicola emozioni ed intenzioni ed è capace di creare relazione e suscitare particolari reazioni fisiologiche in noi e nel nostro interlocutore. Vediamo quali sono i principali elementi espressivi a cui dobbiamo prestare attenzione quando parliamo:

IL TIMBRO: il carattere distintivo della tua voce, quella particolare qualità del suono che permette di distinguere due suoni con uguale frequenza e altezza.

IL TONO: è la nota musicale che emettiamo, la frequenza del suono. Solitamente toni medio-bassi risultano maggiormente graditi ed autorevoli.

IL VOLUME: è l’intensità del suono e dipende dalla quantità del fiato e dalla forza con cui lo emettiamo.

IL TEMPO: è la distanza che le sillabe hanno tra loro. Ad esso è associata l’idea di sicurezza e rilassatezza.

IL RITMO: le pause che troviamo all’interno del discorso, che ci permettono di rimarcare ed enfatizzare alcune parti del discorso. Possono essere nette oppure esitanti a seconda di ciò che intendiamo trasmettere.

Ed infine… IL SORRISO: la nostra voce cambia se i muscoli del viso sono rilassati, rilasciano le tensioni ed esprimono piacevolezza. Il nostro interlocutore lo avverte anche durante una conversazione telefonica. Col nostro sorriso trasmettiamo immediatamente un’emozione positiva. Non è forse di questo che abbiamo bisogno nella vita?

Possiamo migliorare la nostra voce ed essere così più attraenti? La risposta è certamente sì! Il corso di public speaking di Eclectic Evolution dedica un apposito modulo all’uso efficace della voce e ti permette di imparare in poche ore tutti i segreti per comunicare con consapevolezza ed autenticità. www.corinnevigocoach.it





Sponsor

Articoli correlati

Lascia un commento

Pubblicità
Risultati ad oggi
21/09/2018
Tot. Articoli letti 132488
Utenti on line N/D
Fan su Facebook 1889
Utenti registrati: 138
Seguici su Facebook
Eventi in vetrina
non ci sono eventi
Pubblicità