Un gatto di periferia, da Roma a Miami: Emanuele Somma, scrittore randagio z ';
30/12/2017

Un gatto di periferia, da Roma a Miami: Emanuele Somma, scrittore randagio

545

Di Marta Banditelli

Creativi sommersi

Un gatto di periferia, da Roma a Miami: Emanuele Somma, scrittore randagio

 

«Sono uno scrittore e poeta cresciuto nella periferia romana, nato il 16 maggio 1977.

Dal 2004 risiedo permanentemente a Miami, in Florida,

dove sono arrivato alla fine di un alternarsi di viaggi e di vita

spesso bohemienne, randagia, ma anche volta alla ricerca interiore

e di quel “qualcosa” che a tutti noi sfugge.

Lo chiamiamo anche con un altro nome: vita.

Tutto questo mi ha portato a vivere -o forse solo sopravvivere- per mesi

o anni in paesi di quattro diversi continenti,

a divenire un interprete di inglese,

francese e spagnolo

ma soprattutto a scrivere molto.

La mia prima esperienza di vita all’estero arriva a ventiquattro anni,

in Africa.

Accettai un lavoro per una impresa edile che costruiva una diga nella foresta

lungo un affluente del fiume Niger.

Mi ritrovai a vivere a più riprese in Guinea

per circa un anno.

Vivevo con una ragazza africana

in fuga dalla guerra e senza più un impiego stabile.

Non avevamo nemmeno acqua corrente in casa e la guerra civile era alle porte.

Da questa esperienza venne fuori un romanzo tuttora inedito: “Afrika”.

In seguito continuai a viaggiare

in Europa non appena avevo un po’di denaro sufficiente per farlo

per sfuggire alla monotonia delle borgate romane.

Nel 2002, dopo aver lasciato il mio lavoro per un hotel di lusso a Roma,

mi sono deciso di trasferirmi ai Caraibi.

Mi ritrovai a vivere quasi di niente

ma con molti spunti di riflessione,

e tanto tempo per scrivere.

Durante questa esperienza a Saint Martin scrissi una raccolta di poesie

molto controversa e ruvida

disponibile ora su Amazon: “Vacanze ai Caraibi”.

Il titolo è sarcastico: di vacanza non c’è stato proprio nulla.

Dopo alcuni mesi ritornai in Italia.

Per fortuna e per tenacia non dovetti aspettare molto per trovare qualcosa di meglio.

Meno di due anni dopo il mio ritorno misi piede negli Stati Uniti,

un sogno da tempo nella mia valigia.

Seppur con qualche colpo di scena rocambolesco,

prima in Texas e poi in Florida,

mi sono finalmente stabilito a Miami dal 2004.

Da allora sono venuto in Italia per visitare la mia famiglia solo poche volte, e per brevi periodi.

Sotto il sole di Miami Beach incontrai l’amore che mi fece mettere radici qui in USA.

Da qui la raccolta di poesie dal titolo “L’amore è farfalla impazzita,”

scritte in Inglese, ma con testo tradotto a fronte in Italiano.

In questi anni vissuti in America molti dei miei racconti e delle mie poesie hanno preso vita.

In “Sette storie Randagie” si possono trovare molte di queste impronte

lasciate dietro il mio passaggio,

da Roma ai Caraibi sino all'America.

Se si esclude “Afrika” al momento sto scrivendo il mio settimo libro,

il terzo di narrativa.

 

Sono stato davvero fortunato: quella vita spesso dura e precaria contro cui lottavo

a volte selvaggiamente

è stata anche lo spunto iniziale per memorabili avventure e disavventure.

Di autobiografico e di me stesso, almeno nello sfondo, c’è molto.

Ma si tratta di una componente personale collegata a molto, e a molti altri.

 

Il seme della scrittura e disegno era in me dall’infanzia, ma fu dopo

il successo del mio tema d’esame della terza media -letto dall’intera commissione-

che me ne resi davvero conto.

Divenni presto un insaziabile lettore,

e quando avevo circa vent’anni mi immersi nella mia di scrittura.

 

Nei miei libri il personaggio sono spesso io.

Ma poi ci sono gli altri.

Gli antieroi, quelli senza voce, quelli che ci circondano.

I miei personaggi sono reali, spesso siamo tutti noi,

o almeno una parte di noi.

Io canto per una giovane e sofferente generazione.

Contro una vecchia e corrotta, ormai in uscita.

Ma anche per le generazioni future, e la loro risvegliata consapevolezza.

 

Durante la stesura di "Sette storie randagie"

proprio mentre scrivevo

la Florida venne colpita da svariati uragani in una delle peggiori stagioni cicloniche nella storia dello Stato.

Fu esattamente nello stesso anno in cui arrivai a Miami Beach.

 

Non mi fermo mai, scrivo continuamente.

Alterno il lavoro sul nuovo romanzo alla prossima raccolta di poesia.

Entrambi in uscita nel 2018.

 

I miei quattro libri di poesie e i due di racconti sono disponibili su Amazon, nella pagina autore di Emanuele Somma:

 





Sponsor

Articoli correlati

Lascia un commento

Pubblicità
Risultati ad oggi
21/09/2018
Tot. Articoli letti 132405
Utenti on line N/D
Fan su Facebook 1889
Utenti registrati: 138
Seguici su Facebook
Eventi in vetrina
non ci sono eventi
Pubblicità