"Lo scrittore è un lettore praticante": la poliedrica Elisa Mura ';
05/01/2018

"Lo scrittore è un lettore praticante": la poliedrica Elisa Mura

204

Di Marta Banditelli

Creativi sommersi

E' notizia di pochi giorni fa. In Italia si leggono sempre meno libri, meno di qualunque altro paese occidentale: i dati istat in questo senso sono impietosi, in particolare nella fascia d'età dai 15 ai 24 anni.

Per farla breve, si scrive più di quanto si legga, e gli stessi scrittori dimostrano di essere dei lettori discontinui.

C'è chi di questo aspetto della cultura letteraria ha fatto un punto di principio. Il buon scrittore è prima di tutto un ottimo lettore. La lettura è propedeutica alla scrittura, conditio sine qua non di una eventuale carrirera autoriale.

E' con questo spirito che Elisa Mura, classe 1985 di Genova, affronta la sua avventura come autrice di romanzi, dei quali tre gia' pubblicati ed uno in lavorazione.

 "Ho iniziato solamente quando mi sono sentita pronta, cioè poco più di un anno fa" racconta. " Dovevo migliore la mia sintassi ed il mio vocabolario. Ho letto tantissimi libri di vari generi prima di iniziare, e questo ha aumentato il mio desiderio di creare qualcosa di mio da tramandare. Sarà un luogo comune, ma è vero che per diventare scrittori bisogna necessariamente essere prima di ogni altra cosa dei lettori praticanti".

Le sue prime tre opere spaziano ampiamente fra i generi, sottolineando la versatilità ed il talento poliedrico della scrittrice, certamente corroborato dalle numerose letture.

“Le anime pure” il primo libro, è un romanzo tra il gotico ed il thriller. Siamo nel Kent di fine ‘800, e due protagonisti maschili e due femminili animano la storia. Edward è un uomo di mezza età a cui piace lavorare sodo: è un amico leale e premuroso, che si ritrova in mezzo ad una strada di punto in bianco. Durante la ricerca di un nuovo lavoro viene a conoscenza di fatti inquietanti che accadono in una sontuosa villa di campagna. Le apparizioni di un mostruoso fantasma angosciano l’esistenza dei suoi abitanti, in particolare quella di Sebastian Ash, l’appassionato proprietario della casa. Otto anni prima, nella stessa abitazione era avvenuto un terribile omicidio; quello di sua moglie.

Edward si convince a recarsi a Southfield Park per proporsi come domestico, ed affrontare di persona il mistero della casa. Qui le vite dei due personaggi si intrecciano. Faranno la loro comparsa Adele, figlia di Edward, ragazza solare e amorevole, e Louise, sorella di Sebastian. Quest'ultima, di salute cagionevole e silenziosa, trascorre il tempo nella sua stanza delle bambole, che colleziona con maniacale cura. Cosa si cela dietro alle apparizioni? Niente accade per caso.

“I sogni di Alice” è moderno, divertente ed eccentrico: è un romanzo comico contemporaneo. Alice sogna di essere la protagonista dei libri e dei film che legge, ma il suo obbiettivo è quello di diventare una vera attrice di teatro, passione che coltiva sin da bambina. Incontrerà sul suo cammino tanti personaggi, che le stravolgeranno la vita, nel bene o nel male. Alex è il suo migliore amico. E' stato il suo primo fidanzato, e innamoratosi di un altro ragazzo, la lascia con un amico in più ed un fidanzato in meno . Kei, il nuovo ragazzo di Alex, sempre di buonumore, riesce a diventare un punto di riferimento per lei. Tutti e tre si trasferiscono a Milano, dove la ragazza frequenterà una scuola di recitazione, in un condominio abitato da persone invadenti e svitate, tra cui Rudy, lo spogliarellista/agente immobiliare, e Andrea, lo scontroso ed enigmatico ragazzo di città. Alice è determinata a seguire la sua vocazione e niente riuscirà a fermarla.

“Gli indesiderabili” è indiscutibilmente un fantasy. I protagonisti sono caratterialmente diversi gli uni dagli altri, ma possiedono tutti un potere sovrannaturale. Siamo nella Parigi della Belle Epoque, dove nuove arti si mescolano al progresso. Troviamo Michel, un pittore dal grande talento, solitario e solo per via del suo aspetto poco avvenente. E' timido, insicuro, ma con uno straordinario dono: è capace di dominare la mente altrui grazie ai ritratti. Ci spostiamo a Vienna, culla dell’impero asburgico, dove conosciamo Emma, una gitana che sogna di fare la ballerina ed abbandonare la vita nomade. Giovane e ottimista, con il tocco della mano può leggere nei desideri più reconditi di coloro i quali vengono in contatto con lei. L'incontro con Vicken le cambierà la vita, e la porterà a Parigi.

Vicken è un mago apprendista dai trascorsi catastrofici, ambizioso e bello a dismisura, ed ha accidentalmente scoperto di poter manovrare la gravità a suo piacimento.

Le vite dei tre sembrano aver innescato qualcosa di terribile, degli omicidi ben celati dietro brutali riti massonici.

Elisa non si ferma qui, e decide con la sua quarta opera di varcare le soglie del paranormale. Il suo prossimo libro, per il quale ha già firmato un contratto editoriale, sarà ambientato nell'aldilà, e per il momento sulla trama vige il massimo riserbo.

Potete trovare le opere di Elisa Mura "Le anime pure" e "I sogni di Alice" nelle librerie fisiche e negli store, sia in cartaceo che in digitale. De "Gli indesiderabili" potete trovate il cartaceo solo su amazon, ed in digitale su tutti gli store.

 

Libreria on line

 

     





Sponsor

Articoli correlati

Lascia un commento

Pubblicità
LEGGI QUI SOTTO
Risultati ad oggi
19/06/2018
Tot. Articoli letti 98872
Utenti on line N/D
Fan su Facebook 1850
Utenti registrati: 126
Seguici su Facebook
Pubblicità
Eventi in vetrina
non ci sono eventi
Pubblicità