"L'altra faccia della luna" di Simona Mendo z ';
12/01/2018

"L'altra faccia della luna" di Simona Mendo

664

Di Marta Banditelli

Creativi sommersi

Se c’è una cosa che l’indimenticato “Twin Peaks” del maestro David Lynch ci ha insegnato negli anni novanta, è che nulla è come appare. Abbiamo imparato a vedere oltre ogni distensiva cascata, oltre ogni bosco rasserenante, oltre ogni tranquilla vita di montagna un fitto ed oscuro mistero. La domanda alla quale siamo in definitiva chiamati a rispondere non è, come si potrebbe pensare, “Chi ha ucciso Laura Palmer?”.

La vera domanda è: “Chi era Laura Palmer?”

Luna è poco più che adolescente. E’ solare, giudiziosa, sempre sorridente: è la figlia modello che ogni genitore vorrebbe. Il giorno del suo diciottesimo compleanno esce di casa per festeggiare con le amiche, e non fa più ritorno.

E’ questo l’incipit de "L'altra faccia della luna" di Simona Mendo. Simona ha 40 anni, vive a Genova, dove porta avanti con dedizione lo studio odontoiatrico di famiglia. Simona legge da una vita, e scrive da quando, a 17 anni, decide letteralmente di “riscrivere” le sue storie d’amore vissute, modificandone il finale a modo suo, rigorosamente a mano e con la penna blu. Riempie quaderni su quaderni, e sforna tre romanzi. I primi due non sono ancora pronti, l'ultimo invece, "L'altra faccia della luna", la soddisfa, e si decide a pubblicarlo.

E’ un romanzo a più voci, e in ogni capitolo la storia viene narrata, vissuta e interpretata da diversi punti di vista. La protagonista principale, Luna, appare come una giovanissima ragazza ideale. La sua famiglia è perfetta, la sua media scolastica è perfetta, la sua condotta è perfetta ed ineccepibile. Entrando nel vivo della vicenda scopriamo che questa facciata nasconde delle crepe inattese. La scomparsa di Luna dà il via a una serie incessante di scoperte imprevedibili, inaspettati tasselli di un puzzle che va costruendosi pagina dopo pagina. C’è un amore nell’esistenza di Luna, una presenza prepotente ed oscura, che si alimenta con ciò che di lei non si vede in superficie. E’ un avvicendarsi di elementi celati, di segreti e colpi di scena che faranno crollare il castello di certezze che pareva quantomai solido a prima vista.

Chiediamo all’autrice.

Simona, qual’è stata la risposta del pubblico a questo romanzo, in apparenza leggero ma dai contenuti decisamente forti?

Il testo, che inizialmente era stato pensato per un pubblico femminile dai 25 ai 45 anni, ha riscosso un successo notevole in tutte le fasce d'età dai 18 anni in su. Per i contenuti a volte un po' troppo forti, mi sento di sconsigliarlo ad un pubblico troppo giovane. Con stupore ho verificato che i commenti più entusiastici li ho ricevuti dagli uomini e, soprattutto, dai "non lettori" che, travolti dalla trama avvincente, hanno riscoperto la magia di un buon libro.

Quanto c’è di autobiografico nel testo?

Nonostante io mi sia limitata a raccontare la straordinaria storia che Luna ha vissuto, nel romanzo c'è tutta me stessa, in ogni parola, in ogni lacrima, in ogni sorriso c'è una parte di me. Ho creduto tanto in questo testo, e per questo motivo non mi sono rassegnata ai primi “No”. Ho proposto il mio romanzo a tutte le case editrici che trattano lo stesso genere ma, non avendo ricevuto risposta, mi sono rivolta a una piccola casa editrice della mia città. Purtroppo ho capito ben presto, a mie spese, che in libreria finiscono solamente i romanzi di persone famose, non necessariamente "scrittori", e i romanzi che vendono. Difficilmente si investe su scrittori emergenti.

Conservi qualche ricordo particolare legato alla stesura del tuo romanzo?

Ricordo un'estate in particolare, di due anni fa, durante la quale ero in vacanza in Val d'Aveto, in montagna. Per un mese intero ogni giorno andavo in gita con la mia famiglia e, durante le scarpinate, le mie bambine mi costringevano a raccontare loro la storia di Luna, più e più volte, e mi davano suggerimenti, consigli. Quell'estate in particolare rimarrà nel mio cuore per sempre. Mi sto dedicando con tutta me stessa a pubblicizzare il mio romanzo e, a tempo perso, sto riprendendo in mano uno dei due romanzi precedenti.

Dove possiamo acquistare “L’altra faccia della luna”?

il mio romanzo è acquistabile online ,su Amazon e IBS, e su ordinazione in ogni libreria d'Italia.

Libreria on line





Sponsor

Articoli correlati

Lascia un commento

Pubblicità
Risultati ad oggi
14/12/2018
Tot. Articoli letti 156586
Utenti on line N/D
Fan su Facebook 1889
Utenti registrati: 148
Seguici su Facebook
Eventi in vetrina
non ci sono eventi
Pubblicità