z ';
27/02/2018

"Chi è la "greenwomaM? Ce lo racconta Martina Celegato, mamma, giornalista e blogger

355

Di Francesca Pola

Lifestyle

Essere una mamma, una donna e nel contempo prendersi cura dell'ambiente: si possono fare tutte e tre le cose insieme? Secondo Martina Celegato si, anche se non è semplice, anzi, è molto difficile. L'importante è non smettere di provarci. E' così che è nato il blog GreenwomaM, nel quale la protagonista dell'intervista di oggi condivide con i lettori le sue esperienze di madre e donna, ma soprattutto il suo amore per l'ambiente e i piccoli gesti quotidiani finalizzati alla creazione di un mondo migliore...o quasi!

Martina, perché ti definisci Green WomaM?

GreenWoMam è la fusione di tre parole, green (verde) woman (donna) e mamma (M). In realtà non è esatto affermare che mi definisco una GreenWoMam. Diciamo piuttosto che è quello che vorrei diventare: una persona che ha a cuore l’ambiente, che gestisce una famiglia e allo stesso tempo non rinuncia ad essere donna. Un po’ ambizioso, ne sono consapevole, però sono convinta sia necessario sempre puntare ad obiettivi “inarrivabili” per “arrivare alla migliore versione si sé stessi”. A volte perdo le speranze, soprattutto nell’ambito green, equando sono sopraffatta dagli impegni poi mi scoraggio! Tuttavia non voglio abbandonare la speranza di poter regalare a mio figlio un mondo magari non più bello, ma almeno bello tanto quanto l'ho trovato io. Quindi in definitiva direi che GreenWoMam è la sintesi, in una parola, del mio percorso ideale.

Come e quando è nata l'idea del blog?

L’idea è nata insieme a mio figlio. Ho passato tutta la gravidanza a lavorare, senza rendermi conto dell’enormità di quello che stava per succedermi. Quando è nato ho capito che io per lui volevo fare qualcosa che non avrei fatto per nessun altro, e il blog è il mio modo per raccontarlo. E’ un percorso che spero possa coinvolgere sempre più persone, perché credo nella condivisione e credo anche fermamente che lo sforzo di ognuno di noi sia fondamentale per cambiare quello che non va. Molte volte parlo di cose di tutti i giorni: infatti non sembra, ma sono proprio quelle che incidono sul nostro impatto ambientale, e cambiare le cattive abitudini a favore di nuove, più green e sostenibili, non può che far bene all’ambiente e al cuore.

Quanto tempo riesci a dedicare al blog?

Inizialmente molto. Ora purtroppo meno. Mio figlio sta crescendo e ha bisogno di un tempo di qualità, privo di distrazioni, e anche se il papà è molto presente mi piace esserci. Ma con un lavoro a tempo pieno, degli hobbies, delle amiche e la passione per lo sport, le ore a disposizione sono diminuite sempre di più. Riesco comunque a ritagliare dei momenti per concentrarmi e scrivere. La ricerca del materiale invece avviene in ogni momento della giornata. Sono una persona curiosa per natura e amo documentarmi su tutto quello che cattura la mia attenzione. Questo, unito alla memoria (riesco a ricordare cose a volte davvero inutili!) fa sì che quando mi metto a scrivere riesca a farlo di getto. Certo, aiuta anche il fatto che sono una giornalista, abituata alla scrittura istantanea.

Il blog è un hobby o speri di trasformarlo in qualcosa di più?

Per ora è un hobby. Il lavoro mi impegna molto ma soprattutto mi piace, quindi per il momento non ho nessuna intenzione di cambiare strada, anche se non nascondo che le mie passioni siano racchiuse tutte nel blog. Non escludo che in futuro questo possa cambiare, ma finché avrò lo stimolo per farlo continuerò a svolgere la mia attività attuale.




Pagina evento su Facebook



Sponsor

Articoli correlati

Lascia un commento

Pubblicità
Pubblicità
LEGGI QUI SOTTO
Risultati ad oggi
22/07/2018
Tot. Articoli letti 110461
Utenti on line N/D
Fan su Facebook 1889
Utenti registrati: 132
Seguici su Facebook
Pubblicità
Eventi in vetrina
non ci sono eventi
Pubblicità