Viaggiare è sempre una buona idea: parola di fair Blog Travel ';
Articoli letti 66629 - Fan su Facebook 1828 - Utenti registrati: 119

Pubblicità

Viaggiare è sempre una buona idea: parola di fair Blog Travel

Di Francesca Pola

Segnalato con il form da:

2018-02-04

355

Travel

“Le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone”.

Con questa citazione di John Steinbeck veniamo accolti nel mondo di FairBlogTravel, il blog nato due anni fa dall'amicizia e collaborazione fra tre ragazze umbre: Angelica, Catia e Marina. “Galeotto” è stato un corso di formazione per e-tourism marketing specialist, a seguito del quale le ragazze hanno deciso di condividere le esperienze vissute, le nozioni imparate e soprattutto i numerosi viaggi intrapresi in giro per l'Italia e nel resto del mondo. Viaggiare non significa soltanto prendere un aereo, depositare la valigia in albergo e visitare posti nuovi. Viaggiare vuol dire anche prenotare un hotel, capire come muoversi e quali mezzi usare all'interno di una città che non conosciamo, conoscere eventi o sagre alle quali partecipare, sapere cosa, dove mangiare e quanto spendere: in una parola, un FAIR TRAVEL, un viaggio giusto, sereno ed equo, come quelli che ci propongono Angelica, Catia e Marina.

Quando è perché è nato il vostro blog?

Il blog è nato nel febbraio 2016, ma ci stavamo lavorando già da un po’. E’ nato dall’idea di Angelica, Catia e Marina che, dopo un corso di qualifica professionale, hanno deciso di mettersi alla prova per sperimentare sul campo quello che avevano appreso e, soprattutto, per creare qualcosa che rispecchiasse gli stili individuali e allo stesso tempo contenesse informazioni utili per gli altri viaggiatori. Quest’anno la nostra “creatura” spegnerà le due candeline, ma la soddisfazione più grande è vedere che il lavoro e i sacrifici fatti finora iniziano ad apportare i loro frutti.

Di cosa si occupa Fair Blog Travel?

E' un blog che racconta le nostre impressioni, le informazioni utili per organizzare o scoprire un luogo, consigli, storie e tradizioni….insomma tutto ciò che forma l’esperienza di viaggio, vicino o lontano che sia. FairBlogTravel è sostanzialmente un punto di condivisione dove ciascuna di noi, con il proprio stile e la propria sensibilità racconta ai lettori le proprie esperienze di viaggio, ciò che di interessante ha scoperto e ciò che lo ha più incuriosito. Scrivere per il blog è diventato anche un modo per guardare con occhi nuovi ciò che ci circonda, lo stesso territorio in cui viviamo.

Avete avuto difficoltà a gestire un blog insieme ad altre persone?

A:No, anzi, tutto il contrario: lavorare a più mani aiuta a nella gestione dei piccoli e grandi impegni quotidiani, ma soprattutto le migliori idee nascono sempre dal confronto e dallo scambio di opinioni. C:Collaborare con altre persone è stato fondamentale, un arricchimento. Condividere idee, confrontarsi e scambiare opinioni ci ha permesso di apprendere nuove cose e sperimentare nuove soluzioni pur mantenendo una nostra identità nello scrivere e nel lavorare per il blog. M: Avere un team eccezionale con cui lavorare al blog è la vera fortuna di Fair Blog Travel: punti di vista diversi, esperienze diverse e rispetto reciproco creano il mix giusto per collaborare alla nascita e allo sviluppo di un progetto in cui si è sempre creduto.

Una domanda che tutti si fanno: come riescono i travel blogger a viaggiare così tanto, anche dal punto di vista economico?

A: Non è necessario che un viaggio sia lontanissimo o dispendioso, anche una gita fuori porta può essere una scoperta interessante. Inoltre, ci sono ormai tantissime opportunità sia online che fuori dal web per viaggiare a prezzi davvero convenienti. C: Chi ha la passione per i viaggi naturalmente dedica a questo buona parte delle proprie risorse, talvolta rinunciando ad altro, e molto spesso sa cogliere tutte le opportunità per risparmiare e scoprire il mondo nel modo più economico, senza rinunciare a vedere il più possibile di un luogo. Non sempre inoltre viaggiare richiede necessariamente l’esborso di una cifra importante. Ci sono tanti viaggi alla scoperta del nostro territorio che possono regalare grandi emozioni e farci apprezzare tutta la ricchezza e bellezza dalla quale siamo circondati. M: Concordo con le mie colleghe e aggiungo che non tutti fremono all’idea di avere il telefono di ultima generazione in mano, oppure la borsa all’ultima moda, spesso i travel blogger a ciò preferiscono svegliarsi dall’altra parte del mondo, magari dopo aver pianificato quel viaggio per mesi combinando le soluzioni low cost che possono trovarsi in rete, altri poi nella vita offline svolgono lavori normalissimi, ma si concedono weekend lunghi o ferie estive in posti che poi desiderano raccontare attraverso le loro parole.

Cosa vi aspettate dal blog?

A: Che sia uno strumento utile per chi cerca consigli ed informazioni, un luogo da cui trarre spunto per i propri itinerari, scoprendo anche le realtà più piccole e meno note, che paradossalmente a volte sono proprio quelle più vicine a noi. C: Che diventi anche un veicolo per diffondere la cultura del viaggio sostenibile: rispettoso dell’ambiente e della cultura del luogo visitato. M: Mi aspetto che diventi un punto di riferimento in particolare per la destinazione Umbria, ma che possa anche rappresentare lo specchio delle nostre competenze e della nostra passione nel comunicare.

C'è un viaggio che più di tutti vi è rimasto nel cuore?

A: Il viaggio di nozze (in Messico) occupa ovviamente un posto privilegiato nel mio cuore. Nonostante ciò il mio entusiasmo è sempre rivolto al prossimo viaggio, a tutto quello che non ho ancora scoperto. C: Di tutti i viaggi fatti ho nel cuore quello ai Castelli della Loira. Quel peregrinare senza fretta di castello in castello, ciascuno con la propria storia, le proprie particolarità, tutti immersi in una natura e in un’atmosfera da sogno, sono qualcosa che mi sorprendo ogni tanto a ricordare anche a distanza di molti anni. M: il viaggio di nozze negli Stati Uniti, tra California, Colorado e Alaska sarà il mio ricordo più bello. Ho realizzato il sogno di assistere a un vero spettacolo americano con il Rodeo, ho potuto ammirare un vero ghiacciaio da vicino e ho bagnato i piedi nell’Oceano Pacifico. Se ci ripenso mi sembra ancora di aver sognato per tutto il tempo!

 

sito: https://fairblogtravel.it





Articoli correlati

Lascia un commento

Pubblicità
Seguici su Facebook
Pubblicità
Sostieni
"La Testata"
su Okpal

Fondi donati
0/30000 €

Eventi in vetrina
non ci sono eventi
Ascolta
Pubblicità