QUALCHE RAGIONE PER SPERARE IN UN ANNO MIGLIORE z ';
01/01/2017

QUALCHE RAGIONE PER SPERARE IN UN ANNO MIGLIORE

Il 2017 sar meglio del 2016? Dipende da noi! Ripartiamo dalla informazione, dalla comunicazione, dallo studio e dallimpresa.

1826

Di Vincenzo Di Dino

Editoriale

Mi piacerebbe promettervi che il 2016 si è concluso portandosi via le guerre, la disoccupazione, i terremoti, qualche persona a noi cara ma che il 2017 (che già qualche perplessità nel numero ce l’ha) sarà completamente diverso e migliore del precedente. Ma purtroppo per voi non sono Paolo Fox che dispensa ottimismo sempre e comunque.

Certo qualche segnale di miglioramento c’è stato. In politica ad esempio. Gli italiani e soprattutto i sardi si sono accorti della truffa nascosta da un anno di bombardamento mediatico senza precedenti per un referendum che voleva minare la Costituzione. La schiacciante vittoria del NO (imprevedibile anche per Paolo Fox) ha squarciato il velo e tutti si sono accorti che le dimissioni di Renzi non hanno portato a una situazione diversa (Poletti, Fedeli, Finocchiaro, Boschi da una parte, il teatrino dei verdiniani dall’altra). Di più, se per la riforma costituzionale (che se fosse passata avrebbe aperto un’autostrada asfaltando prerogative democratiche in mano ai cittadini a favore di “lorsignori”) ci hanno distratto per un anno intero, ora, con un cambio di strategia degno del renzismo imperante, tacciono sul referendum riguardante articolo 18 e voucher per paura di sortire lo stesso effetto e, addirittura, puntano alle elezioni anticipate per poter spostare la nuova tornata referendaria. Questa insana “strategia” porterà alla sconfitta il PD a livello nazionale e regionale (potete anche chiedere a Paolo Fox).

Ho citato l’esempio del referendum perché solo noi possiamo migliorare le cose (senza aspettare la manna dal cielo o che i problemi ce li risolvano politici o miliardari che, se volessero, potrebbero, ma non vogliono).

Dobbiamo quindi ripartire da cose basilari come lo studio e l’impresa, l’informazione e la comunicazione.

Qualcuno lo sta già facendo e voglio salutarli augurando loro un bellissimo 2017 carico di soddisfazioni.

Un augurio alla laureanda Chiara Falqui, che ha concluso un periodo di stage con LaTestata.info e che si sta costruendo un percorso che la porterà lontano come tanti giovani che hanno capito che solo affinando la propria preparazione attraverso gli studi, possono ambire a un futuro lavorativo migliore.

 

 

Un augurio a Gabriele Farci, (link alle foto) discendente da una famiglia di ceramisti asseminesi che ha saputo innovare nella tradizione e ha recentemente inaugurato, scommettendo su se stesso (proprio dietro il T Hotel in via Giudicessa Benedetta a Cagliari), un punto espositivo che raccoglie un saggio delle sue notevoli capacità nei complementi d’arredo, negli articoli da regalo, nei rivestimenti.

 

Un augurio a tutti quelli che cercano un lavoro e forse lo troveranno leggendo le offerte che pubblichiamo  perché l’informazione è anche questo e non solo il gossip facebookiano: è rendere edotte le persone su cose utili che possono migliorare la loro vita o quella dei loro familiari e amici. Siamo lieti di fare da megafono al bollettino curato dal sindacato USB (Unione Sindacale di Base).

E chiudiamo con un regalo per tutti quelli che si occupano a vario titolo di comunicazione (e non solo). Attraverso il crowdfunding e la fatica che editore e curatori stanno portando avanti da qualche mese stiamo provando a realizzare un prodotto editoriale, un’Agenda della Comunicazione 2017, che potrete finanziare e avere, partecipando alla raccolta . E’ una piccola cosa ma può rivelarsi uno strumento utile nella quotidianità ed è il nostro modo di farvi gli auguri più sinceri!



Galleria



Sponsor

Articoli correlati

Lascia un commento

Pubblicità
Risultati ad oggi
21/07/2019
Tot. Articoli letti 198475
Utenti on line N/D
Fan su Facebook 1889
Utenti registrati: 151
Seguici su Facebook
Pubblicità