Gramigna alla corte dei papi ';
Articoli letti 35669 - Fan su Facebook 1683 - Utenti registrati: 106
Sostienici

Trova nuovi eventi

Pubblicità

Gramigna alla corte dei papi

Di Mattia Compagnucci

78

Primi

Cari lettori ecco a voi un’altra deliziosa ricetta. Questa volta ci spostiamo in un arco temporale indietro di 300 anni, con una tipica ricetta fiorentina. Vi chiedere come mai si chiama “Alla corte dei papi”. Ecco il perché. 
Veniva servita durante i pranzi importanti, durante i quali il papa ed i cardinali facevano visita alla città. La ricetta oggigiorno è poco conosciuta, ma all’epoca riscosse molto successo perché era costituita da pochi ingredienti economici, e soprattutto perché favoriva il benessere del corpo. Infatti rosmarino e salvia erano erbe officinali, cioè utilizzate nella medicina. Ringrazio mio zio Riccardo per la ricetta.

Gramigna alla corte dei papi 

Ingredienti:

200gr agnello

Salvia

Rosmarino

Aglio

Noci

Olio

Sale

 

Procedimento:

Tritare a coltello l'agnello.

Fare un pesto di salvia rosmarino aglio e noci. Prendere una padella, aggiungere l'olio e rosolare la carne, sfumando con vino bianco. Cuocere la pasta secondo l’indicazione della confezione e saltarla. A fuoco spento aggiungere il pesto e servire.

 





Articoli correlati

Lascia un commento

Pubblicità
Seguici su Facebook
Pubblicità
Sostieni
"La Testata"
su Okpal

Fondi donati
0/30000 €

Eventi in vetrina
non ci sono eventi
Ascolta
Pubblicità
ASCOLTA IL PODCAST